21/02/2019
Novità sul credito d'imposta 2019

Novità sul credito d'imposta 2019

La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto importanti modifiche e novità in materia di Credito d’Imposta R&S:

Reintroduzione della doppia aliquota del 25% e del 50% a seconda della tipologia di spesa. 

In particolare, il Credito si applicherà nella misura del 50% sulla parte dell'eccedenza di spese R&S rispetto alla media del triennio 2012-2014, proporzionalmente riferibile alle spese del personale titolare di un rapporto di lavoro subordinato, direttamente impiegato nelle attività di R&S e per i contratti stipulati con Università, enti di ricerca, start up e PMI innovative indipendenti. L'aliquota ridotta del 25% si applicherà alle restanti tipologie di spese ammissibili. 

Nuova tipologia di spesa ammissibile: tra le spese agevolabili rientrerà il costo sostenuto per l'acquisto di materiali, forniture e altri prodotti analoghi direttamente impiegati nelle attività di R&S, inclusa la realizzazione di prototipi o impianti pilota relativi alle fasi della ricerca industriale e dello sviluppo sperimentale. 

Modifica dell'importo massimo annuale del Credito d'imposta fruibile da ciascuna impresa, che verrà dimezzato da 20 milioni di euro a 10 milioni di euro. 

Nuovi adempimenti documentali: l'obbligo della certificazione delle spese ammissibili al Credito verrà esteso a tutti i soggetti beneficiari (attualmente è previsto per le sole imprese non soggette per legge al controllo legale dei conti). Inoltre è stato introdotto l'obbligo da parte dell''impresa di presentare una relazione tecnica illustrativa del progetto di R&S realizzato, contenente tutte le informazioni rilevanti per l'individuazione delle attività ammissibili al Credito d'Imposta. 

Nel caso di attività svolte direttamente dall'impresa, la redazione della relazione tecnica sarà a cura del responsabile aziendale R&S o del responsabile del singolo progetto e deve essere controfirmata dal rappresentante legale dell'impresa. Nel caso di ricerca commissionata, la redazione della relazione tecnica sarà a cura del soggetto commissionario.

Decorrenza modifiche:

Per le modifiche di ordine sostanziale - spese ammissibili, aliquota agevolativa, modalità di calcolo e importo massimo del Credito d'Imposta - l'entrata in vigore è prevista a decorrere dal periodo d'imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2018 (2019 per i soggetti con periodo d'imposta coincidente con l'anno solare). Le modifiche relative agli aspetti formali e documentali, invece, hanno effetto già a partire dal periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2018.

(Legge 30 dicembre 2018, n.145. Art 1, comma 70)